martedì 26 agosto 2008

Insegnanti calabresi, pugliesi, siciliani e campani più scarsi? Non è vero.Votazioni più "larghe" in queste aree della Nazione.Sì è vero.


La Lega Nord, preceduta dall'Avv. Gelmini di Forza Italia, come al solito ha detto una nuova stupidaggine questa volta sul tema dell'insegnamento scolastico, dimenticando di sottolineare maggiormente una questione vera.Ovvero che in talune zone della Nazione , i voti, sia a scuola, sia presso le università, sono davvero "larghi". Per "amicizia", per "raccomandazione, un 110 non lo si nega a nessuno.Il ragionamento delle commissioni esaminatrici è "tanto che mi costa?". Anche a scuola i promossi sono tantissimi in Sicilia, Calabria, Puglia, Campania. Questo produce un grosso problema, ovvero che i concorsi sono falsati da voti di laurea "striminziti" in alcune parti, e "largheggianti" in altre zone.Lo diciamo senza problema perchè il "politically correct" non ci è mai garbato.

2 commenti:

Agente Mangiariano ha detto...

Studenti del centro-sud più intelligenti e svegli? Si, vero.
Studenti del nord più lenti e disinteressati? Si, vero.

A noi non piace il politicamente corretto, quindi non esitiamo a dire le cose come stanno.

AvvocatoDelDiavolo ha detto...

gli studi dicono diversamente da quanto dici te