domenica 23 dicembre 2007

Casarini, l' obbediente , "occupa" la Mondadori



Vi ricordate quel tipo che era stato sputtanato anche su "Striscia la Notizia" quando , alla testa di un corteo pro immigrati, aveva gridato "Avanti con questo cazzo di immigrati!!!" (sic!) Ebbene pensavamo quello fosse il massimo dell'ipocrisia. Eh no , perchè l'ex no global Casarin, l'ex leader dei disobbedienti civili, sta per pubblicare un libro. Con "Editori Riuniti" chiederete voi. Eh no. Nessuna casa editrice di sinistra. "Allora con qualcuna indipendente..?" incalzerete sempre voi. No, No. Trattasi della "Mondadori" di proprietà di un certo Berlusconi Silvio. Il libro "Gabbie" è di prossima uscita. Ma sentiamo cosa dice al Corriere della Sera Casarini , il quale , "obbedendo" a Berlusconi ha pensato bene di occupare la "Mondadori" con portafoglio e culo. Dall'intervista intitolata "Casarini: scrivo un libro per Berlusconi, però paga poco" di Fabrizio Roncone Casarini cerca di spiegarsi: «Bisio, che è di sinistra, non lavora a Zelig, su Canale 5? E poi, che ne so? altri scrittori, tipo Lucarelli o Saviano? Anche loro: pur essendo di sinistra, pubblicano con la Mondadori. E comunque, guardi, il mio vero problema è un altro.Io e altri tredici compagni siamo in Corte d'assise, a Cosenza, per un faldone dei fatti del G8.La presidenza del Consiglio dell'epoca, cioè Berlusconi, ci ha chiesto 5 milioni di euro per "danni all'immagine del-l'Italia"...e così...Non è fichissimo? Se Berlusconi vuole quei soldi, deve cominciare a pagarmi". Veramente un ipocrita così non l'avevo mai sentito. Nemmeno un "borghese", il più fantozziano, avrebbe risposto così paragonando il suo caso ad altri che hanno fatto lo stesso (Bisio ect). Quando vedremo Casarini, da buon borghese, impiegato di banca o professore delle medie? Ci manca poco.Molto poco.
ps: ecco il video di cui sopra

4 commenti:

Anonimo ha detto...

penoso

AvvocatoDelDiavolo ha detto...

i latini direbbero
"incredibile dictu"

Anonimo ha detto...

http://www.carmillaonline.com/archives/2004/09/000955.html

Marco Bastianello ha detto...

Penso che quando un editore diventa tanto importante sul panorama nazionale sia naturale che pubblichi di tutto e tutti pubblichino con lui. Non politicizziamo la cosa: la Mondadori non è un partito e nemmeno un giornale, perciò non credo abbia quella che si definisce una "linea politica editoriale". Poi c'è il fatto che Casarini abbia dei problemi con Berlusconi, forse avrebbe fatto meglio a trovarsi un altro, ma non è una tragedia o un tradimento, a mio vedere